L’eternità è ora: viaggio nella natura del tempo

Un affascinante viaggio tra fisica e spiritualità, tra mente e coscienza, alla scoperta della natura mentale di passato-presente-futuro e della vera natura del tempo, in cui l’attimo presente corrisponde all’eternità

L'eternità è ora: viaggio nella natura del tempo

 

«C’è qualcosa di essenziale riguardando l’attimo presente che è fuori dal regno della scienza. Noi, che crediamo nella fisica, sappiamo che la distinzione tra passato, presente e futuro è solo un’illusione ostinatamente persistente».
Albert Einstein

La domanda “cos’è il tempo e cos’è l’eternità?” non è solo filosofica, ma è anche una questione importante nella fisica. Abbiamo diverse spiegazioni sui temi del tempo e dell’eternità. In questo articolo svilupperemo una comprensione che ha origine nella vostra esperienza personale.

La natura matematica del tempo
Partiamo dall’inizio, azzerando tutte le nostre conoscenze che riguardano il concetto di tempo e di eternità. Siamo tutti d’accordo che il tempo sia quello che si misura con gli orologi. Andando a fondo in un procedura di misurazione del tempo, troviamo conferma che con gli orologi misuriamo l’ordine numerico dei cambiamenti. Prendiamo un orologio e camminiamo sulla strada. Possiamo associare un passo ad ogni secondo e dopo 120 passi, concludiamo che il nostro cammino è durato 2 minuti. Ogni secondo corrisponde esattamente a un passo. Quando il passo X1 entra in esistenza, il passo X2 non esiste più, quando il passo X2 entra in esistenza, il passo X1 non esiste più. Ciò che è evidente è che noi camminiamo solo nello spazio, non nel tempo. Il tempo è semplicemente l’ordine numerico del nostro camminare. La durata t è la somma dell’ordine numerico di ogni singolo passo. Assumiamo che un passo abbia lunghezza di 100 cm. A questo punto la velocita v del nostro movimento è di 1m per secondo. Possiamo calcolare la distanza d della passeggiata che dura 120 secondi con la semplice formula d = v x t, dove durata t è la somma dell’ordine numerico dei nostri passi.
Ogni singolo passo avviene nell’attimo presente. Noi non possiamo camminare nel passato o nel futuro. Il passato è il nostro modello mentale in cui ricordiamo il passo X-1, il presente è un momento fisico reale nel quale avviene il passi X e il futuro è un modello della mente in cui immaginiamo il prossimo passo X+1. L’unico momento esistente è il momento presente del “qui e ora” nel quale camminiamo nello spazio dal punto A al punto B.
Questa esperienza conferma che il tempo misurato con orologi ha solo un’esistenza matematica; è cioè l’ordine numerico sequenziale del nostro camminare. La somma dell’ordine numerico è la durata del nostro camminare. Stiamo camminando nello spazio dove essiste solo il momento presente, dove è sempre “qui e ora”, l’attimo presente. Questo significa semplicemente che il tempo non è la quarta dimensione dello spazio, lo spazio stesso è senza tempo. Il momento presente “ora” è l’unico tempo esistente nello spazio.

Passato, presente e futuro: un costrutto della mente
L’universo è in sviluppo continuo nell’attimo presente, dove il tempo è solo un parametro matematico dei cambiamenti. Noi facciamo esperienza dei cambiamenti che accadono nell’attimo presente attraverso il modello lineare del tempo passato-presente-futuro, che è un costrutto della mente. Il nostro modo di vivere temporale nel tempo lineare è soggettivo, nel senso che nell’universo fisico il tempo lineare, in cui le modifiche accadono, non esiste. Albert Einstein era a conoscenza di questo fatto. Egli diceva: «C’è qualcosa di essenziale riguardando l’attimo presente che è fuori dal regno della scienza. Noi, che crediamo nella fisica, sappiamo che la distinzione tra passato, presente e futuro è solo un’illusione ostinatamente persistente».
L’attimo presente in realtà non è tempo, nel senso che non si misura con gli orologi. Gli orologi corrono nel presente e misurano un ordine numerico e la durata dei cambiamenti. Dal questo punto di vista, l’attimo presente è l’eternità stessa. L’eternità non è infinitamente indietro nel passato e non è infinitamente avanti nel futuro, l’eternità è ora. Questa intuizione è abbastanza sorprendente, perché non rientra nel modello lineare del tempo psicologico passato-presente-futuro. La mente umana che utilizza il tempo lineare immagina l’eternità come una realtà fisica lineare in cui questo universo esiste. La mente umana che ha capito che il tempo che si misura con gli orologi ha solo un’esistenza matematica, immagina l’eternità come l’Attimo Presente.

La fisica dell’attimo presente
Questo nuovo modello di tempo e dell’eternità è più vicino alla reale situazione nel mondo fisico rispetto a quello precedente. Il concetto “l’eternità è ora” risolve molti fenomeni inspiegabili o difficili in fisica.
Iniziamo con il tema del viaggio nel tempo. Secondo il precedente modello, una persona poteva viaggiare nel passato, uccidere sua nonna e quindi annullare la propria nascita. Secondo il nuovo modello di tempo possiamo viaggiare solo nello spazio, il viaggio nel tempo è categoricamente escluso. Il tempo è solo ordine numerico del nostro movimento nello spazio.
Il “paradosso dei gemelli” è stato risolto con l’intesa che entrambi i gemelli invecchino solo nello spazio. Il tempo è l’ordine numerico del loro invecchiamento. La velocità di invecchiamento è più lenta per il gemello in astronave rispetto a quella del gemello sul pianeta Terra. Dall’altro lato il gemello sulla Luna invecchia più velocemente del gemello sulla Terra. Gli orologi corrono più velocemente sulla luna che sulla terra.
Il fenomeno della simultaneità di due eventi è ora pienamente compreso. Tutti gli eventi accadono nello spazio nell’eterno ora, quindi sono automaticamente simultanei. Il tempo non è piu la dimensione fisica nella quale accadono gli eventi: non non c’è nessuna distanza di tempo tra gli eventi. Prendiamo due orologi, uno sulla Luna, l’altro è sulla Terra. Il tempo non è una dimensione fisica nel quale corrono gli orologi. Il fatto è che gli orologi corrono nello spazio dove è sempre ora. Certamente il figlio è nato dopo il padre, ma sono entrambi nati nell’attimo presente. Dopo e prima hanno senso solo come un ordine numerico degli eventi che corrono nell’attimo presente.
L’attimo presente è una proprietà fisica dello spazio stesso. Questo spazio senza tempo (atemporale) è un mezzo di informazione immediata di entanglement quantistico tra particelle elementari. Le particele elementari sono collegate tra di loro tramite lo spazio nel quale esistono in modo immediato. Quando l’informazione è trasportata tra due particelle dai fotoni, l’informazione diventa temporale, ha una sua durata.

Nuove frontiere per la comprensione dell’universo e della nostra esistenza
Questo nuovo modello del tempo funziona bene in tutti rami della fisica. Il tempo è la quantità fisica fondamentale, ma dobbiamo comprendere che il tempo ha solo un’esistenza matematica. Questo modello non abolisce l’esistenza del tempo in fisica; esso dà un significato piu adeguato. Apre nuove frontiere nella nostra comprensione di ciò che l’Universo è e di quale sia il ruolo dell’essere umano nell’universo. L’Universo esiste nell’attimo presente che è l’eternità stessa. La mente umana – che comprende solo le proprietà quantitative delle cose – può capire questo concetto, ma l’eternità stessa non può essere afferrata completamente a livello razionale. L’eternità non è solo una quantità, ma è anche la qualità che possiamo sperimentare solo superando il tempo lineare del passato-presente-futuro, raggiungendo così l’esperienza diretta dell’Universo. L’esperienza razionale è temporale e analitica, l’esperienza diretta è di sintesi e unità con l’Universo intero. Nell’esperienza diretta i confini tra noi stessi, le altre persone, la natura e l’Universo diventano più morbidi. L’esperienza diretta è necessaria per sviluppare un più consapevole e sostenibile stile di vita, dove la vita è al primo posto e il profitto diviene secondario.
L’esperienza esclusivamente razionale e temporale è riduzionista e non ha il potere di dare realistica esperienza della vita umana nell’Universo. L’esperienza razionale e l’esperienza diretta sono complementari e non si escludono come potrebbe sembrare. La prima avviene tramite la mente, la seconda tramite la coscienza. La nuova comprensione del tempo e dell’eternità rappresenta un passo necessario in una visione olistica della vita che permette la convivenza dell’esperienza razionale e dell’esperienza cosciente diretta.
Una delle visioni di Einstein nella fisica era sviluppare un modello di Universo in cui ogni elemento del modello corrispondesse esattamente a un elemento nell’Universo. Lo chiamò Criterio di completezza. Nella nostra recente ricerca col dottor Maxmilian Luigi Caligiuri, utilizziamo la funzione biiettiva della teoria degli insiemi (set theory) nella quale un elemento di un insieme A corrisponde esattamente a un elemento nell’insieme B. La funzione biiettiva è un utile strumento per lo sviluppo del Criterio di completezza. La ricerca conferma che nell’Universo presentato come insieme A e nell’insieme B presentato come un modello dell’Universo, il tempo misurato con gli orologi ha solo un’esistenza matematica. Arriviamo alla stessa conclusione, come abbiamo fatto insieme in questo articolo con l’esempio del misurare il nostro camminare con gli orologi.
Il tempo non è una realta in cui viviamo; il tempo è una realta nella quale pensiamo. Oggi il nostro pensiero scientifico avviene ancora nel tempo. Crediamo che un movimento accada nel tempo. Nella nuova comprensione il movimento accade nello spazio atemporale, il tempo è la sua durata. Questa visione non toglie nulla alla fisica, nel senso della sua ‘operatività’. Al contrario premette alla fisica di creare modelli più vicini alla situazione reale nel mondo fisico e arricchisce così il suo potere descrittivo.

Fonti
1.    Amrit Sorli, La fisica dell’Attimo Presente, L’eternità è qui e ora, Scienza e Conoscenza Glod 9 (2014).
2.    Amrit Sorli, On the Origin of the Observer, American Jornal of Modern Physics, Vol.3, Num.4 (2014)
3.    Maxmilian Luigi Caligiuri, Amrit Sorli, Observer as a Component of Health Care, Psychic Teleporting and Telepathy, International Journal Of Medical Sciences and Health Care, Vol-2 Issue 6 (IJSMHC 6-01)
4.    Luigi Maxmilian Caligiuri, Amrit Sorli, Special Theory of Relativity Postulated on Homogeneity of Space and Time and on Relativity Principle, American Journal of Modern Physics, Vol. 2, No. 6, 2013, pp. 375-382. doi: 10.11648/j.ajmp.20130206.25.

Per approfondire
Libro in formato e-book – 87 pagine a colori
Un affascinante viaggio fra fisica e spiritualità, tra mente e coscienza.
Amrit Sorli ci guida alla scoperta della vera natura del tempo in cui l’attimo presente corrisponde all’eternità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.